18/03/2014 - 21/03/2014

MCE 2014 – Dal 18 al 21 marzo 2014


Numerosissimi i nuovi prodotti proposti e decisamente vivace l’interesse suscitato. Frascold si dimostra ancora una volta un partner ideale ed un riferimento concreto per l’utilizzatore del compressore a pistoni e a vite, tanto in ambito della refrigerazione e processo che in quello del condizionamento.
Frascold ha presentato in anteprima a MCE 2014 il nuovo compressore CXIV con inverter integrato e regolazione continua ed automatica del Vi. Prodotto innovativo ed unico nel mercato che per primo offre il massimo dell’efficienza possibile al variare delle condizioni di lavoro e del carico richiesto, garantendo in assoluto le più elevate efficienze stagionali ottenibili con un compressore semi-ermetico a vite. Disponibile a breve nelle prime 5 taglie e successivamente in ulteriori 4 superiori.
I compressori a pistoni, già proposti in versioni specifiche sia per i refrigeranti e le applicazioni tradizionali, comprendono ora gamme dedicate per HC o nuovi HFO (versioni ATEX) e per CO2 in ciclo subcritico o transcritico. Altre importanti novità tecnologiche introdotte nel settore dei compressori semi-ermetici a pistoni sono ad esempio il nuovo inverter integrato più leggero e dotato di più immediato accesso ai parametri di riferimento con comunicazione USB e a quelli di regolazione mediante potenziometro-; la nuova testata RSH che rende possibile l’erogazione del 50% di resa incrementando così il numero di gradini e azzerando al contempo tutte le problematicità connesse alle testate parzializzate classiche; il nuovo compressore doppio-stadio con tutti i canali di distribuzione interni e una migliore efficienza ottenuta con nuove testate e ottimizzazione della fluidodinamica interna.
Rilevanti anche le novità proposte per il compressore a vite. Per la refrigerazione sono stati presentati i nuovi compressori aperti per HFC e Ammoniaca e aggiunte nuove taglie fino a 540 m3/h per quelli semi-ermetici. Sul fronte dei vite compatti invece sono state presentate ben tre diverse famiglie: quella dei compressori tradizionali ottimizzati per bassi rapporti di compressione, quella predisposta per applicazioni in parallelo e/o con evaporatore allagato e infine quella con inverter integrato e l’importante novità del Vi variabile in continuo ed in modo automatico a seconda del punto di lavoro: in pratica un passe-par-tout della massima efficienza mai proposto prima.
Insomma un’ampia possibilità di scelta, attenta a soddisfare le più svariate esigenze applicative e pronta a adeguarsi ai nuovi refrigeranti nonché a ricercare e proporre costantemente soluzioni innovative all’insegna della migliore efficienza possibile e dell’affidabilità e facilità d’utilizzo.
Richiesta informazioni
Fornisci il risultato dell'operazione
24
38